NOR22012 – Oggetto: decreto legge milleproroghe. Pubblicazione in Gazzetta Ufficiale

4 Gennaio 2022 TUTTE LE CIRCOLARI

NOR22012 – Oggetto: decreto legge milleproroghe. Pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 309 del 30 dicembre 2021 è stato pubblicato il decreto legge n. 228, recante  “Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi” (cd decreto Milleproroghe).  

Si riporta, di seguito, una breve illustrazione delle disposizioni di maggiore interesse.

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AIUTI

  • Modifiche al regime-quadro della disciplina degli aiuti (art. 20)

A seguito della adozione Comunicazione C8442 del 18 novembre 2021 con cui la Commissione Europea ha prolungato al 30 giugno 2022 i termini di vigenza del Quadro temporaneo degli aiuti di stato – Temporary Framework-Covid 19 viene prorogata al 30 giugno 2022 la scadenza del Regime quadro della disciplina degli aiuti, di cui al Capo II del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77.

Inoltre, è prorogata al 30 giugno 2023 la possibilità prevista e disciplinata dallo stesso Temporary Framework, di convertire misure concesse sotto forma di anticipazioni rimborsabili, garanzie, prestiti o altri strumenti rimborsabili, in altre forme di aiuto come le sovvenzioni, fermo il rispetto, per quanto riguarda gli aiuti sotto forma di sostegno ai costi fissi, delle condizioni previste dall’art. 60-bis del decreto legge 34 del 2020.

Per gli aiuti concessi sotto forma di agevolazioni fiscali, il termine di concessione dell’aiuto coincide con la data in cui deve essere presentata da parte del beneficiario la dichiarazione fiscale relativa all’annualità 2020, all’annualità 2021 e ora – a seguito di una modifica dell’articolo 61 – all’annualità 2022

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI LAVORO e  WELFARE

  • Disposizioni in materia di fondi di solidarietà bilaterale (art. 9, comma 5)

In tema di ammortizzatori sociali, l’articolo 9, comma 5 modifica l’articolo 28, comma 2, secondo periodo del d.lgs. n.148 del 2015, sopprimendo l’inciso “in  relazione ai datori di lavoro che  occupano mediamente fino a  quindici dipendenti” laddove si prevede che nei fondi di solidarietà bilaterali l’aliquota di finanziamento stabilita sia almeno pari a quella  prevista per  il fondo di integrazione salariale (cd. FIS).

Pertanto, la costituzione di fondi di solidarietà di settore non potrà prevedere aliquote di finanziamento inferiori a quelle previste per il FIS.

  • Fondo nuove competenze (art. 9, comma 8)

Viene estesa all’anno 2022 la possibilità, prevista dal comma 1 dell’articolo 88 del D.L. n. 34 del 2020, di stipulare gli accordi collettivi aziendali o territoriali fra datori di lavoro e rappresentanze sindacali per rimodulare l’orario di lavoro e finalizzare parte dello stesso alla formazione dei dipendenti, propedeutici alla richiesta di accesso al Fondo Nuove Competenze.

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AMBIENTE ED ENERGIA

  • Sorveglianza radiometrica (art. 11, comma 5)

Viene prorogato di sessanta giorni il termine ultimo – ad oggi fissato al 31 dicembre 2021 – di operatività della disciplina transitoria, di cui all’art. 72, comma 4, del d.lgs 31 luglio 2020 n. 101 (Attuazione della Direttiva 2013/59/Euratom che stabilisce norme di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dalla esposizione a radiazioni ionizzanti) relativo alla sorveglianza radiometrica su materiali o prodotti semilavorati metallici o prodotti in metallo.

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRASPORTI

  • Patenti di guida Regno Unito (art. 2, comma 3)

L’articolo 2, comma 3, dispone che, in deroga a quanto previsto dall’art. 135, comma 1 del Codice della Strada (d.lgs n.285/1992), i titolari di patenti di guida, rilasciate dal Regno Unito, residenti in Italia alla data di entrata in vigore del decreto, per dare attuazione all’accordo sulla Brexit, possano condurre, sul territorio nazionale i veicoli alla cui guida sono abilitati dalla patente posseduta, fino al 31 dicembre 2022.

  • Ispettori ausiliari autorizzati alla revisione fuori sede dei veicoli pesanti (art. 10, comma 1)

La disposizione in commento, modificando l’articolo 92 del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, (convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27), proroga fino al 31 marzo 2022 la possibilità di avvalersi degli Ispettori ausiliari autorizzati dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, per lo svolgimento delle sedute di revisione dei veicoli di massa >3,5 ton presso sedi esterne autorizzate ai sensi della legge 870/86. Tale possibilità, come noto, era stata riconosciuta in via emergenziale dalla predetta disposizione fino al 31 dicembre 2021, per far fronte all’arretrato delle revisioni dovuto alla carenza di personale della motorizzazione, ed è stata disciplinata dal MIMS con circolare prot. 28227 del 13 Settembre 2021, alla quale si fa rinvio per gli approfondimenti (vedi nota FAI Conftrasporto NOR21397 del 13 Settembre 2021).

  • Ristori imprese filiera ferroviaria (art. 10, comma 2)

Per l’assegnazione dei 5 milioni di euro annui, stanziati dal 2022 al 2034, dall’art. 1, comma 671 della legge di bilancio 2021 (L. 30 dicembre 2020, n.178), per sostenere le imprese detentrici e noleggiatrici di carri ferroviari merci, nonché gli spedizionieri e gli operatori del trasporto multimodale (MTO) a seguito degli effetti economici subìti a causa della pandemia, vengono fissati:

  • al 15 marzo 2022, il termine, previsto dalla richiamata norma, per l’emanazione del decreto interministeriale, che stabilirà le modalità di rendicontazione, da parte delle imprese, degli effetti subiti a causa della pandemia;
  • al 30 aprile 2022, il conseguente termine previsto per la rendicontazione, da parte delle imprese;
  • al 30 giugno 2022,il termine per l’assegnazione delle risorse alle imprese beneficiarie.  
  • Ristori imprese ferroviarie (art. 10, comma 3)

Ai fini dell’assegnazione dei 30 milioni di euro annui, stanziati dal 2022 al 2034, dall’art. 1, comma 675 della legge di bilancio 2021 (L. 30 dicembre 2020, n.178), per sostenere le imprese di trasporto ferroviario passeggeri e merci, non soggette a oneri di servizio pubblico, a seguito degli effetti economici subìti a causa della pandemia, vengono fissati:

  • al 30 gennaio 2022,il termine, previsto dalla richiamata norma (art.1, comma 676), per la rendicontazione, da parte delle imprese, degli effetti subìti a causa della pandemia;
  • al 31 marzo 2022, il termine per l’adozione del decreto ministeriale (art. 1, comma 677) per l’assegnazione delle risorse alle imprese beneficiarie.  

ALTRE DISPOSIZIONI

  • Proroga di termini in materia di assemblee societarie (art. 3, comma 1)

L’articolo 3, comma 1 prevede l’applicabilità della normativa semplificata in materia di svolgimento delle assemblee di società ed enti di cui all’articolo 106 del decreto “Cura Italia” (decreto-legge n.18 del 2020, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n.27), alle assemblee societarie tenute entro il 31 luglio 2022 (in luogo del previgente termine del 31 dicembre 2021).

Sino a tale data continueranno, quindi, ad applicarsi le seguenti disposizioni:

  • con l’avviso di convocazione delle assemblee ordinarie o straordinarie, le società per azioni (spa), le società in accomandita per azioni, le società a responsabilità limitata (srl), le società cooperative e le mutue assicuratrici possono prevedere, anche in deroga allo statuto: l’espressione del voto in via elettronica o per corrispondenza; l’intervento all’assemblea mediante mezzi di telecomunicazione; che l’assemblea si svolga, anche esclusivamente, mediante mezzi di telecomunicazione che garantiscano l’identificazione dei partecipanti, la loro partecipazione  e l’esercizio del diritto di voto senza necessità che si trovino nel medesimo luogo, ove previsti, il presidente, il segretario ed il notaio;
  • le srl, in aggiunta, possono consentire, anche in deroga a quanto previsto dall’articolo 2479, comma 4 del codice civile e alle diverse disposizioni statutarie, che l’espressione del voto avvenga mediante consultazione scritta  o per consenso espresso per iscritto;
  • le spa quotate possono designare per le assemblee ordinarie o straordinarie, il rappresentante al quale i soci possono conferire deleghe con istruzioni di voto su tutte o alcune delle proposte all’ordine del giorno, anche in deroga allo statuto e prevedere, nell’avviso di convocazione, che l’intervento in assemblea si svolga esclusivamente tramite il rappresentante designato, al quale possono essere conferite anche deleghe o sub-deleghe ai sensi dell’articolo 135-novies del TUF. Medesima facoltà è estesa anche alle società cooperative, mutue assicuratrici, banche popolari e banche di credito cooperativo.

Si ricorda, infine, che, ai sensi del comma 8-bis dell’art. 106, le suddette disposizioni si applicano anche alle associazioni e fondazioni.

  • Incremento importo anticipazione appalti (art. 3, comma 4)

Viene prorogata la possibilità di incrementare, per le procedure avviate entro il 31 dicembre 2022, l’anticipazione del prezzo da riconoscere all’appaltatore sul valore del contratto di appalto, prevista dall’art. 35, comma 18 del Codice dei contratti pubblici (D.Lgs. n.50/2016), dal 20% attualmente previsto al 30%, compatibilmente con le risorse a disposizione della stazione appaltante secondo quanto stabilito dall’art. 207, comma 1  del decreto legge n.34/2020.

  • Disposizioni in materia di giustizia civile, penale e amministrativa (art. 16)

Continueranno ad applicarsi fino alla data del 31 dicembre 2022, le disposizioni in materia di processo civile e penale previste dall’articolo 221, commi da 3 a 10 del decreto Rilancio (decreto-legge 19 maggio 2020, n.34) nonché dall’articolo 23, commi 2, 4, da 6 a 9-bis e 10, dall’articolo 23-bis, commi da 1 a 4 e 7 e dall’articolo 24 del decreto Ristori (decreto-legge 28 ottobre 2020, n.137), dirette a potenziare il processo telematico civile e penale e a consentire lo svolgimento di attività processuali da remoto.
In particolare per quanto riguarda il procedimento giurisdizionale civile: deposito telematico da parte del difensore di ogni atto e documento; pagamento telematico del contributo unificato; possibilità che le udienze civili che non richiedono la presenza di soggetti diversi dai difensori delle parti siano svolte mediante deposito telematico di note scritte contenenti le sole istanze e conclusioni; partecipazione da remoto alle udienze dei difensori e delle parti; modalità alternative di giuramento, in forma scritta e con deposito telematico, da parte del consulente tecnico d’ufficio, in luogo dell’udienza pubblica.

Viene, inoltre, differito al 31 marzo 2022 il termine dell’articolo 7-bis, comma 1 del decreto legge 23 luglio 2021, n.105, convertito, con modificazioni, dalla legge 16 settembre 2021, n.126, relativo alla possibilità per i Presidenti di sezione del Consiglio di Stato, il Presidente del Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione siciliana e i Presidenti dei TAR di autorizzare, con decreto motivato, in alternativa al rinvio, la trattazione da remoto delle cause del processo amministrativo, in caso di  situazioni eccezionali non altrimenti fronteggiabili e correlate a provvedimenti assunti dalla pubblica autorità per contrastare la pandemia.

Accise (43) ADR (33) Agenzia delle Entrate (91) albo autotrasporto (29) Albo gestori ambientali (41) Austria (102) Brennero (68) Conftrasporto (37) contributi (40) controlli (34) CORONAVIRUS (92) costo del gasolio (29) covid-19 (237) CQC (69) credito di imposta (83) cronotachigrafo (43) Decreto (39) decreto investimenti (43) Divieti (123) DPCM (28) Fisco (49) formazione (41) francia (43) gasolio (63) germania (36) GNL (29) green pass (51) INAIL (88) INPS (150) investimenti (76) ispettorato del lavoro (37) Lavoro (75) MIT (42) monte bianco (30) Paolo Uggè (118) patente (75) patenti (48) pedaggio (61) proroga (115) revisioni (65) Rifiuti (57) sospensione (27) trasporti internazionali (40) trasporto rifiuti (39) UNATRAS (45)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alle nostre News

Ricevi le ultime notizie e aggiornamenti dalla Segreteria, il servizio è gratuito.

Fantastico !!!! Ti ringraziamo per l'iscrizione. Controlla la tua casella di posta o la cartella spam per confermare la tua iscrizione

Share This