Allegato infrastrutture, Conftrasporto: “bene il piano che potenzia l’accessibilità ma bisogna calibrare le politiche di sostenibilità”

28 Maggio 2022 TUTTE LE CIRCOLARI

Allegato infrastrutture, Conftrasporto: “bene il piano che potenzia l’accessibilità ma bisogna calibrare le politiche di sostenibilità”

Allegato Infrastrutture al Def: “Bene il quadro degli interventi, che capitalizzano i benefici del PNRR e del Piano Nazionale Complementare, ma il richiamo alla riduzione della mobilità rischia di vanificare i benefici del grande disegno infrastrutturale”.

A dirlo è il presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè, che parla di uno scenario unitario di lungo periodo ben integrato con la pianificazione europea e con le sue più recenti evoluzioni, che premiano il nostro Paese sotto diversi aspetti.

“Penso ad esempio all’inclusione del Corridoio adriatico nella Rete prioritaria europea, o alla prevista promozione del trasporto combinato marittimo – spiega Uggè – Alla luce di queste decisioni che valorizzano i corridoi della rete TEN T, mi chiedo perché ritardare ancora l’avvio dei lavori per il Ponte sullo Stretto, che ha già superato tutte le fasi procedurali ed è ormai considerato necessario”.

“A fronte di politiche per la sostenibilità non adeguatamente calibrate sulle peculiarità del settore, non nascondo comunque la mia preoccupazione sull’effettiva capacità del sistema-imprese di restare competitivo e operativo garantendo il perseguimento dell’obiettivo dell’accessibilità legato ai significativi potenziamenti infrastrutturali”, avverte il presidente di Conftrasporto.

“Per chi, come Conftrasporto rappresenta la casa comune dell’accessibilità e dei collegamenti, la riduzione della mobilità invocata dall’Allegato Infrastrutture nell’ambito del paradigma ASI per la sostenibilità non è condivisibile – prosegue Uggè – Prioritario, invece, con approccio tecnologicamente neutrale, promuovere tutte le forme di mobilità sostenibile realmente disponibili, a cominciare da un deciso sostegno all’intermodalità”.

“Il paradigma ‘dell’immobilità sostenibile’, invece, non ci convince, anzi ci preoccupa, soprattutto alla luce delle condizioni economiche post-pandemia che le persone e le imprese devono affrontare”, conclude il presidente di Conftrasporto. 

Accise (42) ADR (33) Agenzia delle Entrate (86) albo autotrasporto (29) Albo gestori ambientali (40) Austria (96) Brennero (64) Conftrasporto (37) contributi (38) contributo (27) controlli (34) CORONAVIRUS (92) costo del gasolio (29) covid-19 (237) CQC (67) credito di imposta (83) cronotachigrafo (42) Decreto (38) decreto investimenti (41) Divieti (120) DPCM (28) Fisco (43) formazione (36) francia (43) gasolio (63) germania (36) GNL (29) green pass (51) INAIL (87) INPS (146) investimenti (72) ispettorato del lavoro (36) Lavoro (69) MIT (40) monte bianco (29) Paolo Uggè (113) patente (71) patenti (45) pedaggio (61) proroga (115) revisioni (64) Rifiuti (55) trasporti internazionali (39) trasporto rifiuti (37) UNATRAS (44)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alle nostre News

Ricevi le ultime notizie e aggiornamenti dalla Segreteria, il servizio è gratuito.

Fantastico !!!! Ti ringraziamo per l'iscrizione. Controlla la tua casella di posta o la cartella spam per confermare la tua iscrizione

Share This