FREJUS, VALICHI E OPERE FERME: UGGÈ (FAI-CONFTRASPORTO) “ITALIA A RISCHIO ISOLAMENTO, EFFETTI NEFASTI DALLA POLITICA OTTUSA DEI NO”

4 Ottobre 2023 TUTTE LE CIRCOLARI

FREJUS, VALICHI E OPERE FERME: UGGÈ (FAI-CONFTRASPORTO) “ITALIA A RISCHIO ISOLAMENTO, EFFETTI NEFASTI DALLA POLITICA OTTUSA DEI NO”

“Fai/Conftrasporto lo ha più volte affermato: Con la Convenzione delle Alpi-protocollo trasporti inizia un’azione coordinata che sta portando all’obiettivo di mettere in difficoltà l’economia nazionale”.

Il presidente della Federazione autotrasportatori Italiani (FAI) che aderisce a Conftrasporto-Confcommercio, Paolo Uggè, rilancia l’allarme sui valichi alpini e la necessità di sbloccare le infrastrutture di connessione. Lo fa all’indomani dell’annuncio dello stop di un anno ai treni fra Italia e Francia, parlando di isolamento e danno grave per l’economia italiana.

“Brennero e divieti austriaci, interventi manutentivi, mancata condivisione della seconda canna del Bianco produrranno gravi conseguenze a tutta l’economia nazionale – dichiara Uggè – Un tema più volte evidenziato nel passato che oggi sta divenendo una triste realtà”.

“Ai tanti no sostenuti da forze politiche e movimenti ambientalisti a gettone bisogna rispondere con la politica del fare – prosegue Uggè – I trasporti, lo avevano già compreso i romani, consentirono la conquista di intere nazioni e positività per l’economia di Roma, non a caso divenuta caput mundi – rimarca il presidente Fai-Conftrasporto – La Cina con la Via della Seta, che ha trovato governi del passato accondiscendenti a tale ipotesi, non è che una conferma della strategicità del tema dei trasporti per lo sviluppo dell’economia di un Paese”.

Per Uggè, il momento è certamente complesso, ma il tema delle infrastrutture deve divenire centrale per le scelte dell’economia nazionale, e la permeabilità dell’arco alpino è fondamentale per la sopravvivenza dell’economia italiana e delle imprese che qui hanno scelto di continuare a produrre.

“Occorre rilanciare quel ‘Patto della logistica’ che il governo Berlusconi avviò nel 2004 e che poi il tecnico Mario Monti decise di affossare – ricorda Uggè – Il rilancio infrastrutturale è fondamentale se non vogliamo che le merci prodotte e trasformate nelle nostre imprese restino sui piazzali. Il sistema produttivo necessita di infrastrutture e di collegamenti, di attività dei porti funzionanti e opportunamente collegati con i sistemi stradali e ferroviari”.

“Fai-Conftrasporto sosterrà ogni azione politica che abbia l’obiettivo di creare collegamenti e ridare centralità alla scelta europea di connettere il nord dell’Europa con il Mediterraneo – aggiunge Uggè – Una logica ben presente ai più, tranne a chi utilizza impropriamente temi ambientali nelle politiche europee, e che comprende la giusta scelta di realizzare il Ponte sullo Stretto, già previsto nel Corridoio1 delle reti Ten”.

Accise (43) ADR (33) Agenzia delle Entrate (93) albo autotrasporto (29) Albo gestori ambientali (41) Austria (102) Brennero (68) Conftrasporto (37) contributi (40) controlli (34) CORONAVIRUS (92) costo del gasolio (29) covid-19 (237) CQC (69) credito di imposta (84) cronotachigrafo (43) Decreto (39) decreto investimenti (44) Divieti (124) DPCM (28) Fisco (50) formazione (42) francia (43) gasolio (63) germania (36) GNL (29) green pass (51) INAIL (88) INPS (150) investimenti (77) ispettorato del lavoro (37) Lavoro (75) MIT (42) monte bianco (31) Paolo Uggè (118) patente (75) patenti (48) pedaggio (61) proroga (115) revisioni (65) Rifiuti (58) sospensione (27) trasporti internazionali (40) trasporto rifiuti (40) UNATRAS (45)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alle nostre News

Ricevi le ultime notizie e aggiornamenti dalla Segreteria, il servizio è gratuito.

Fantastico !!!! Ti ringraziamo per l'iscrizione. Controlla la tua casella di posta o la cartella spam per confermare la tua iscrizione

Share This